La Vita è Luce

slider4

La dottrina di Grigori Grabovoi è rivolta a problemi come l’eliminazione di tutti i mezzi di distruzione della Terra e dell’umanità; la guarigione da tutte le malattie; la resurrezione dei defunti; la risoluzione dei problemi di carattere politico, economico e tecnico e la garanzia di una vita felice ed eterna per l’uomo, da sperimentare nella sua dimensione corporea.
Fisico, matematico e medico di professione, Grabovoi utilizza con disinvoltura le teorie dei campi energetici, della meccanica quantistica, dei sottospazi, dei grandi numeri, dei nessi Karmici di causa/effetto.
Le Sue nuove basi teoriche, scientificamente confermate, dell’organizzazione dell’Universo con il ruolo determinante del Creatore sono destinate ad apportare radicali cambiamenti nella percezione del mondo e nel pensiero degli uomini;

“La coscienza dell’uomo è organizzata in modo da essere ininterrottamente legata alla Coscienza di Dio… Nella coscienza umana esiste un livello sul quale il collegamento con la Coscienza di Dio è continuo” [2].
“Tutto quello che esiste attorno a noi: la Terra, il Sole, le stelle, lo spazio, tutto il Mondo, tutto questo in realtà è creato dalla struttura della coscienza nella quale è inclusa la coscienza del Creatore. Quindi se sappiamo che cos’è lo spirito, la coscienza, possiamo risuscitare, possiamo creare gli spazi, possiamo creare il Mondo, possiamo compiere qualsiasi azione creativa” [4, p. 99].
“Ogni avvenimento può essere trasformato in evento favorevole, imparando a modificare coscientemente ed in maniera finalizzata la forma del pensiero. Del cambiamento finalizzato della forma del pensiero si occupa la coscienza strutturata..”

Uno dei concetti di spicco della scienza di Grigori Grabovoi è la necessità del ricorso da parte dell’uomo alla proprie capacità illimitate, sia per raggiungere la longevità, sia per fare ritornare in vita i defunti .
Sul materiale del suo lavoro pratico l’accademico G. Grabovoi discusse la tesi di dottorato con il titolo : “Le strutture applicate del campo creativo dell’informazione”. In altre parole Grigori Grabovoi fu il primo a dare le prove con il linguaggio fisico-matematico della capacità della coscienza, della volontà umana di controllare la realtà, di orientare il corso degli eventi nella direzione desiderata, di creare gli oggetti materiali visibili e palpabili. Ha dimostrato che la costruzione del mondo è infinita nella conoscenza. La finitezza è determinata dalla percezione, quindi la realtà oggettiva è la vita eterna.
“Ho creato già una serie di dispositivi veramente efficaci. Sono destinati all’uso delle persone che non hanno ancora completato la strutturazione della coscienza nel campo della ricostruzione della salute, della ricostituzione degli organi e della resurrezione… Questa apparecchiatura tecnica mira a completare le strutture della coscienza e di conseguenza collaborare con la coscienza dell’uomo.”
Con l’obbiettivo di semplificare il processo di trasmissione dell’informazione a distanza, lo scienziato decise di ricorrere alla natura ondulatoria della luce e creò, attraverso l’utilizzo di cristalli, un dispositivo che rafforza il segnale trasmesso a distanza non solo nel presente, ma anche dal futuro. In quest’apparecchiatura straordinaria si usa un raggio di luce sia per la cura dei malati, sia per la resurrezione.
“Nei dispositivi sia per ottenere l’energia, sia per ricostruire la vita, non viene utilizzato niente, se non il semplice raggio solare. Vuol dire che solo il raggio possiede tali proprietà. Quindi è giusto dire che la vita è la Luce, il pensiero è la Luce e il Dio stesso è la luce!” [5, p. 10].

“Il Creatore organizzò il mondo, – afferma Grigori Grabovoi, in modo che ogni passo successivo esista già nel presente. In altre parole, il futuro è già predefinito nel presente, questa è la legge della vita. Di conseguenza, nel futuro c’è anche un evento legato ad esso. Quindi nel presente si possono trovare sempre i segni del futuro…
Quando invece si divide l’istante in parti minime, per esempio inferiori a 10-17 , cioè ad una frazione settilionica del secondo, si ha la conferma che proprio la luce può essere utilizzata come sistema previsionale nei microprocessi. Evidenziandola, si può modificare tutto quello che non ci soddisfa nel futuro”.
“La gestione attraverso uno stato che non contiene elementi di pensiero, consiste nella sovrapposizione automatica dell’informazione ottimale (cioè della norma) sull’informazione esterna diretta verso di noi. Il Salvatore subito si allontana ad una distanza infinitamente lontana dalla realtà e costruisce uno spazio nel quale crea una immagine mentale necessaria. Quest’ultima, a sua volta, viene proiettata sottoforma di matrice sull’oggetto di influenza”.
“La mia tecnologia permette di ottimizzare il processo vitale grazie all’utilizzo delle proprietà creative dell’informazione. Per esempio, nella città di Novosibirsk e nell’ambito di alcuni miei esperimenti, dopo aver trasmesso per via telepatica la necessaria informazione agli animali ed alle piante, essi acquisirono la capacità, solo con la loro presenza, di curare uomini e di purificare l’acqua inquinata dai microelementi. Si tratta della trasmissione delle caratteristiche creative della coscienza a tutti gli elementi della realtà…”

Esistono diversi livelli di salvezza della vita. Per curare il tumore o l’AIDS all’ultimo stadio, vale la pena di penetrare il passato, nel quale grazie alle conoscenze del presente si possono riconoscere le cause degli eventi, facendo muovere l’ago della bussola nella direzione favorevole.

Leggermente più lento è il processo di salvezza dalla morte imminente; è meglio basarlo sulle possibilità di influire sugli eventi del futuro e di ricostruirli nell’avvenire. Un altro metodo è la salvezza attraverso l’influenza sugli eventi di spessore collettivo: in questo caso si forma uno sfondo vibratorio-fotonico, che offre le condizioni indispensabili per la cura o per la resurrezione.

“La mia matematica include un sistema che ha lo scopo di prevenzione dello sviluppo, o di dematerializzazione dell’informazione negativa, finché essa non si trasformi in positiva.
In questo modo i sistemi subordinati alla logica superiore del Creatore si autosincronizzano e si evolvono. All’uomo basta mettere in moto la propria coscienza, creare i dispositivi che rafforzino il segnale della volontà ed invertire sistemi pericolosi in un circolo virtuoso di progressiva evoluzione”.

Grigori Grabovoi vede il metodo efficace della cura dell’AIDS nell’attivazione dell’ipofisi del cervello con una determinata sequenza di oscillazioni deboli, che permette di trasformare la forma del virus in una struttura innocua.
La chiaroveggenza di Grabovoi gli permette non solo di curare, ma anche di descrivere il meccanismo chimico, fisico ed informatico della guarigione. Grabovoi descrive i processi sia dal punto di vista dell’osservazione visuale e strumentale, ma anche applicando adeguate formule matematiche ben precise.
Nel suo libro “Il sistema del sapere unificato”, Grigori Grabovoi così scrive a proposito della rigenerazione:

“Non bisogna negare la possibilità della ricostruzione della struttura tessutale, estirpata per via chirurgica o persa a causa di un trauma, che anche la medicina ortodossa rifiuta di riconoscere. I risultati positivi della ricostruzione dei tessuti estirpati o distrutti sono stati confermati nel corso della mia terapia grazie ad indagini radiografiche, alla tomografia sul computer, alle conclusioni dei medici ed addirittura in tempo reale, quando i chirurgi assistevano alla ricostruzione degli organi durante le mie sedute” [21, p. 7].

Oggi molti scienziati credono che l’informazione cosmica fu il “progetto iniziale” della formazione della Terra e della vita; proprio l’informazione era alla base della creazione della materia. Prima di tutto arriva l’informazione sul futuro oggetto materiale: che cosa si sta creando, in quale parte dello spazio, quale sarà l’aspetto dell’oggetto materiale e come sarà la sua struttura energetica interiore. L’energia comandata dall’informazione “si introduce” nello stato superconsistente, cioè nella materia, la quale va conservata nel tempo secondo un determinato programma.

Tutto questo comporta la conclusione che la materia è una forma che viene assunta dall’energia in conformità con l’informazione generata dal

Creatore [22, p. 137].

E l’ultima domanda

– La fine del mondo avrà luogo?

– A questa domanda io do sempre la risposta univoca: non ci sarà nessuna fine del mondo. Nella Bibbia è descritta la fine del mondo attuale, cioè di questo mondo con queste sue caratteristiche. Il Karma, i tratti di comportamento, creano una luce più rarefatta, come quella della lampada. Adesso invece ha inizio il Mondo con la sua Luce Vera, dove regna la vita eterna, l’immortalità. Sarà un Mondo universale, il Mondo che crea tutto. Il Mondo di Dio!

V.T. Tihoplav- dottore in scienze fisiche dal libro “ Nostro incontro con Grigori Grabovoi”, articolo ricevuto grazie a Angelo Vitale

“La vera salvezza per tutti gli uomini e per tutti tempi consiste nella trasmissione del vero sapere dal Creatore, e chiunque riceve questo sapere deve continuare a diffonderlo a quante piu’ persone possibile.” (G.Grabovoi)

Le Sequenze Numeriche per Rigenerare e Guarire il Tuo Corpo Grabovoi Sequenze Numeriche per Rigenerare e Guarire il Tuo Corpo - Secondo Volume Grigorij Grabovoj Le Tecniche Mentali di Grigorj Graboboj - Videocorso in DVD Sequenze Numeriche per l'Armonizzazione Psicologica La Resurrezione degli Uomini e la Vita Eterna Ora Sono la Nostra Realtà!

Guarire con i Numeri - Petra Neumayer Tecniche per la Vita Eterna - Volume 1 - TeoriaEsperienza con le Sequenze Numeriche di Grigori Grabovo (Video Download) Esperienza con le Sequenze Numeriche di Grigori Grabovoi (Videocorso Streaming) 

 

Precedente Tecniche per la Vita Eterna - Volume 1 - Teoria Successivo LA STRUTTURA DEL MONDO